Piante con sinergie dimagranti

pasti sostitutivi dimagrantiSinergia dimagrante tra Griffonia, Curcuma e Garcinia

Questi tre estratti sono molto efficaci nel coadiuvare le diete dimagranti, perchè agiscono a livello dei punti critici in cui spesso le diete falliscono, aiutandoti a portarle  a termine e raggiungere i tuoi obiettivi.

 

GRIFFONIA

La Griffonia simplicifolia ha un’azione adattogena che è di aiuto per sostenere al meglio il cambio di alimentazione, ma soprattutto è in grado di combattere la fame nervosa per non cadere in tentazione e mangiare cibi “proibiti” dalla dieta.

Questa proprietà è data dal 5-HTP (5-idrossitriptofano) contenuto nei semi della Griffonia.

il 5-HTP è un precursore della serotonina che svolge un ruolo fondamentale a livello del sistema nervoso: controlla il ciclo sonno-veglia migliorando la qualità del sonno, controlla il senso di appetito e molto altro.

Dato che molte ricerche hanno dimostrato che una diminuzione dei livelli di serotonina è alla base di patologie depressive, disturbi dell’umore, del sonno e dell’ alimentazione, se ne deduce che una cura a base di integratori che contengono il suo precursore possa avere benefici in diversi casi.

 

Griffonia come aiuto per dimagrire

Nello studio intitolato “An HPLC method for the direct assay of the serotonin precursor, 5-hydroxytrophan, in seeds of Griffonia simplicifolia” è stato studiato l’effetto della somministrazione dell’estratto di Griffonia su pazienti con problemi di peso. Dallo studio è emerso che gli estratti di Griffonia riescono ad aumentare il senso di sazietà, limitando le porzioni di cibo introdotte e facilitando la perdita di peso.

 

CURCUMA

La Curcuma longa è un rizoma che viene utilizzato da millenni in Oriente, per le sue innumerevoli proprietà benefiche, tra cui ricordiamo quelle antiossidanti e neuroprotettive.

 

Curcuma e dimagrimento

Forse non tutti sanno che la curcuma serve anche per controllare l’appetito. I suoi principi attivi infatti migliorano la funzionalità della leptina, un ormone proteico che segnala al cervello quando è il momento di smettere di mangiare.

Se la grelina, secreta dallo stomaco, è l’ormone che stimola l’appetito, la leptina, sintetizzata a livello delle cellule adipose, è quello che lo blocca.

Avere una forma di resistenza nei confronti della leptina, condizione che la curcuma contribuirebbe a contrastare, porterebbe a mangiare più del necessario e quindi, ovviamente, a ingrassare. L’azione ipoglicemizzante della curcuma può servire nell’ambito di un programma di dimagrimento poiché evitare che si verifichino picchi glicemici, dovuti a un ingresso troppo repentino degli zuccheri nel flusso sanguigno, aumenta il senso di sazietà ed evita che gli zuccheri in eccesso che vengono tolti dal sangue vengano poi immagazzinati come grasso di scorta.

L’azione della curcuma a livello di stomaco e duodeno consente di migliorare la digestione degli alimenti, in particolare zuccheri e grassi. In questo modo si evita la sensazione di pesantezza e stanchezza dopo i pasti, nonchè gonfiori e tensioni addominali.

 

Curcuma e cellulite

La cellulite è un disturbo causato dall’incapacità del sistema linfatico di liberare i tessuti dalle tossine: questo porta ad un ristagno di liquidi il cui primo segno è la presenza di un edema. Questa situazione, nel tempo, porta ad uno stato infiammatorio nelle parti interessate.

La curcuma, andando a beneficio sia del sistema circolatorio, sia di quello linfatico, contribuisce a contrastare le cause stesse della pelle a buccia d’arancia.

 

 

GARCINIA

 

La Garcinia cambogia è una pianta di origine asiatica, utilizzata da molti anni per via delle sue proprietà terapeutiche.

 

Garcinia per ridurre la formazione di grasso
Da recenti studi è emerso che il frutto della Garcinia contiene Acido Idrossicitrico (AHC), molto efficace nella regolazione dell’appetito e del peso corporeo, poiché aiuta a trasformare gli zuccheri assunti con la dieta direttamente in energia anzichè trasformarli in grassi.

Quando l’apporto di energia é superiore al fabbisogno energetico del corpo , il glucosio in eccesso viene convertito in glicogeno, che viene immagazzinato nel fegato e nei muscoli per la successiva conversione in energia. L’aumento di peso si verifica quando la capacità del corpo di immagazzinare glucosio è raggiunta. A questo punto, il glucosio in eccesso viene convertito in acetil coenzima A da una via metabolica che coinvolge l’enzima liasi ATP – citrato, e poi in molecole di grasso, che sono immagazzinate nelle cellule adipose. L’acido idrossicitrico può quindi ridurre la sintesi di acidi grassi durante un’eccessiva assunzione di carboidrati.

Inoltre, aumentando la serotonina, diminuisce anche il senso di fame.

Tutti i pasti sostitutivi dimagranti Nutriphit contengono Grifonia, Curcuma e Garnicina per garantire una linea di sostitutivi del pasto con una forte azione dimagrante.

Valutazione
product image
Rating
no rating based on 0 votes
Brand
Pasti sostitutivi dimagranti Phitaly
Nome prodotto
Piante con sinergie dimagranti
Posted in DIMAGRIRE, PASTI SOSTITUTIVI and tagged , , , , , , , .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *