Ginseng: Integratore alimentare per stanchezza fisica e mentale

5.00 out of 5 based on 1 customer rating
(1 recensione del cliente)

33,50

Integratore di Ginseng Phitaly

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI GINSENG (Panax ginseng)

L’integratore di Ginseng Phitaly è adatto anche ai vegani in quanto realizzato in capsule vegetali.

Esistono diverse tipologie di ginseng, con proprietà differenti dipendenti dal luogo di provenienza, ma la più studiata e famosa è sicuramente la qualità Panax ginseng, proveniente da Cina e Corea.

Il Ginseng asiatico è utilizzato da 5000 anni in Oriente, dove ha conquistato una reputazione quasi magica in quanto promotore di salute, vigore fisico e moltissime altre condizioni.

L’azione più significativa è quella adattogena, ossia la capacità di «adattare» il corpo umano, in modo che reagisca nel migliore dei modi in situazioni di stress.

Questa magica radice è in grado di trattare depressione, diabete, fatica, infiammazione, nausea stress ed ulcera.

Utile per:

  • Combattere lo stress
  • Contro l’invecchiamento cellulare
  • Migliorare il metabolismo
  • Per supportare la memoria e le funzioni cognitive

DOSAGGIO E MODALITA’ DI SOMMINISTRAZIONE
 INTEGRATORE GINSENG PHITALY

E’ consigliata l’assunzione di 1 capsula al mattino ed 1 nel primo pomeriggio lontano dai pasti. Si consiglia un’assunzione di 5-7 settimane, al termine delle quali dovrà seguire un periodo di riposo

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO 


Non utilizzare durante la gravidanza e allattamento.

CONTROINDICAZIONI E INTERAZIONI


Contenendo una grande quantità di principi attivi, non bisogna abusare nell’assunzione di ginseng per evitare spiacevoli effetti collaterali e controidicazioni:

  • dosi eccessive possono causare nausea, diarrea, orticaria, ipertensione, palpitazioni, insonnia, dolore mammario, oltre a casi di allergia allo stesso
  • in particolare controindicato per chi soffre di ipertensione, emorragie, ulcera duodenale, ansia ed insonnia grave
  • interazioni con alcuni farmaci come fenelzina (psicofarmaci Nardil) e Warfarin (anticoagulanti Cumadin), ipoglicemizzanti orali, insulina

INGREDIENTI PER CAPSULA  INTEGRATORE GINSENG PHITALY

Ginseng (Panax ginseng, radice) E.S. Tit. 10% ginsenosidi, 400 mg.

CONFEZIONE INTEGRATORE GINSENG PHITALY

Pilloliera contenente 60 capsule vegetali (adatte anche ai vegani). 

Offerta limitata con sconto 25% sulle piante officinali

Approfitta dello sconto del 25% sulle piante officinali con l’acquisto di almeno due prodotti a scelta della categoria monopianta

  SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A 29€

33,50

Disponibile su ordinazione

Descrizione

Integratore di Ginseng

L’integratore di Ginseng Phitaly è un integratore naturale di altissima qualità, prodotto in Italia

Il Ginseng deriva da una pianta erbacea perenne, denominata Panax ginseng, appartenente alla famiglia delle Araliacee. Le piante che danno droga di migliore qualità crescono tra i 700 e i 1500 metri ed hanno più di 4 anni di età. La droga è caratterizzata dalla radice e da un corto rizoma di forma antropomorfa.

Esistono diverse tipologie di ginseng, con proprietà differenti dipendenti dal luogo di provenienza, ma la più studiata e famosa è sicuramente la qualità Panax ginseng, proveniente da Cina e Corea.

Il Ginseng asiatico è utilizzato da 5000 anni in Oriente, dove ha conquistato una reputazione quasi magica in quanto promotore di salute, vigore fisico e moltissime altre condizioni.

L’azione più significativa è quella adattogena, ossia la capacità di «adattare» il corpo umano, in modo che reagisca nel migliore dei modi in situazioni di stress.

Questa magica radice è in grado di trattare depressione, diabete, fatica, infiammazione, nausea stress ed ulcera.

Origini

Il nome del genere “Panax” deriva dal greco, dalla parola pan “tutto” e akèia “cura”; il nome della specie “ginseng” significa “radice dell’uomo”. Entrambe i termini si riferiscono alle virtù medicinali della pianta.

Negli ultimi decenni ha ottenuto popolarità anche in Occidente e si è prodotta vasta letteratura sugli effetti benefici del ginseng e dei suoi costituenti.

Benefici per la salute

Recenti evidenze sulla farmacologia del ginseng indicano una vasta gamma di effetti, inclusi quelli sul sistema nervoso centrale ed endocrino. Ha mostrato di migliorare il metabolismo, la pressione sanguigna (sia se è troppo alta sia se è troppo bassa)e il metabolismo degli zuccheri; si è rivelato utile contro invecchiamento cellulare e stress.

Il Ginseng allevia lo stress, aumenta l’attività sessuale e facilita l’accoppiamento in animali di laboratorio.

Ci sono molti tipi di ginseng nel mondo, ma nessuno può vincere contro quello asiatico come ingredienti ed effetto medicinale. Il ginseng asiatico contiene 29 ginsenosidi diversi, mentre gli altri ne contengono 8-9.

La quantità di componenti attivi presenti nelle radici aumenta con il passare del tempo, tanto che si ritiene che il gingseng sia da considerarsi pienamente maturo quando la pianta raggiunge un’età di sei anni.

I Ginsenosidi sono un gruppo eterogeneo di saponine steroidee, che si sono dimostrate capaci di agire su una miriade di tessuti, producendo moltissime risposte farmacologiche. Nonostante le numerose ricerche, i meccanismi d’azione dei ginsenosidi rimangono sconosciuti. Dal momento che i ginsenosidi ed altri costituenti del ginseng producono effetti diversi da un individuo all’altro, e che un singolo ginsenoside promuove molte azioni su un solo tessuto, la farmacologia del ginseng rimane estremamente complessa ed esoterica.

Usato per secoli nella medicina tradizionale orientale, e diventato popolare in tutto il mondo, il ginseng è una pianta che ha fama di “curare tutto”.

In realtà non è la pianta stessa, ma la sua radice ad essere stata oggetto di vari studi, l’ultimo dei quali condotto dalla Mayo Clinic. (http://www.mayo.edu/research/forefront/ginseng-fights-fatigue-cancer-patients)

Questo studio ha dimostrato che il consumo di Ginseng è efficace nel ridurre l’ affaticamento che di solito colpisce i malati di cancro. Lo studio del prestigioso istituto riguardava 340 pazienti che hanno terminato la terapia contro il cancro o sono state trattate per la malattia. Il 60% di essi soffriva di cancro al seno. Un gruppo è stato trattato con capsule di placebo, mentre gli altri con 2 g di puro ginseng. Dopo quattro settimane, i pazienti che hanno consumato il ginseng puro hanno mostrato un leggero miglioramento dello stato di affaticamento. Addirittura, dopo otto settimane, lo stesso gruppo ha mostrato una significativa diminuzione dei sintomi come stanchezza, rapido affaticamento, lentezza nei movimenti, rispetto a quelli che avevano assunto il placebo.

Inoltre, gli scienziati che hanno condotto l’indagine non hanno rilevato effetti collaterali derivanti dal consumo di alte dosi di ginseng. Per questo motivo, i risultati sono stati presentati in occasione dell’ultima riunione annuale della American Society of Clinical Oncology.

Ma l’effetto dimostrato dalla Mayo Clinic non è l’unico che viene attribuito al ginseng. La radice appartiene al gruppo di sostanze chiamate “adattogeni”, che forniscono particolari sostanze nutrienti che aiutano il corpo a raggiungere prestazioni ottimali sia mentali, che fisiche nel lavoro. “Questo è a causa di un miglioramento dei processi metabolici e non di un effetto eccitante come avviene con caffè, tè, ecc.”. Il Ginseng è ricco di vitamine B, C e D, e la sua componente principale sono delle saponine chiamate ginsenosidi, di cui si conoscono 14 varietà. Tra le sostanze nutritive che fornisce al corpo ci sono gli acidi grassi essenziali (linoleico, palmitico e acido oleico), aminoacidi e sali minerali (potassio, calcio, fosforo, ferro e magnesio). Nel complesso i benefici di ginseng possono essere riassunti come segue:

– Fornisce energia al corpo, consentendo una maggiore efficienza.

– Combatte lo stress e la depressione, in quanto aiuta il corpo a reagire meglio e prima alle avversità, bloccando alcuni ormoni negativi e stimolando la produzione di endorfine che aumentano la sensazione di piacere.

– Aumenta la capacità mentale e la concentrazione.

– È un ottimo antiossidante.

– Aumenta l’efficienza del sistema immunitario.

– Migliora la circolazione, abbassa il colesterolo cattivo e regola il livello di zucchero nel sangue.

– E ‘un tonificante sessuale.

– Può aiutare nella disintossicazione da alcol, barbiturici e oppiacei.

-Aumenta le prestazioni negli atleti (senza essere un farmaco) e diminuisce la concentrazione di acido lattico nei muscoli a causa di una migliore utilizzazione del glucosio.

Combatte infezioni virali

I ricercatori hanno dimostrato che il Ginseng può avere la capacità di agire come un adattogeno, prolungando la durata della vita combattendo le infezioni virali e Pseudomonas aeruginosa. I ricercatori continuano a supportare il ruolo protettivo del ginseng contro gli effetti collaterali di farmaci e chemioterapia. C’è chi addirittura sostiene che il Ginseng può essere utile nella prevenzione dell’abuso e dipendenza da oppioidi e psicostimolanti.

Riduttore dello stress

Il Ginseng è stato usato sia per stimolare che rilassare il sistema nervoso. Aumenta la circolazione capillare nel cervello e diminuisce gli effetti dello stress.

La pianta agisce sull’ipotalamo e sulla corteccia surrenalica e, nella fase dello stress acuto, rende la risposta più rapida ed efficiente; nella fase dello stress cronico, invece, riduce la produzione dei glucorticoidi che altrimenti sarebbe continua

Anti-aging

Il Ginseng asiatico contiene sostanze anti-aging come antiossidanti e insulino-simili che non si ritrovano in altri tipi di ginseng.

Abbassa il livello di zucchero e di colesterolo

Nella medicina occidentale il Ginseng regola gli effetti sul sistema immunitario, risultando molto efficace nel prevenire influenza, febbre, e qualche forma di cancro. Negli studi clinici ha dimostrato di ridurre sia il livello di zuccheri che di colesterolo, risultando quindi utile nel trattamento del diabete di tipo 2 e del colesterolo alto. In studi di laboratorio sia su animali che sull’uomo, il ginseng ha dimostrato di avere un effetto rilassante sulla muscolatura dei polmoni. La risultante maggior espansione delle vie aeree potrebbe alleviare i sintomi dell’asma e altre condizioni polmonari che risultano dalla costrizione delle vie respiratorie.

Aumenta la memoria

La WHO supporta l’uso del ginseng per migliorare le capacità sia fisiche che mentali, in caso di debolezza, esaurimento, stanchezza, perdita di concentrazione e durante la convalescenza(WHO, 1999). In generale, il ginseng è usato come tonico e stimolante.

Effetti collaterali e controindicazioni


Avendo una grande quantità di principi attivi, non bisogna abusare nell’assunzione di ginseng per evitare spiacevoli effetti collaterali e controidicazioni:

  • dosi eccessive possono causare nausea, diarrea, orticaria, ipertensione, palpitazioni, insonnia, dolore mammario, oltre a casi di allergia allo stesso
  • Non assumere durante gravidanza e allattamento e consultare il proprio medico in caso di patologie o concomitante assunzione di farmaci:
  • in particolare controindicato per chi soffre di ipertensione, emorragie, ulcera duodenale, ansia ed insonnia grave
  • interazioni con alcuni farmaci come fenelzina (psicofarmaci Nardil) e Warfarin (anticoagulanti Cumadin), ipoglicemizzanti orali, insulina

Prima dell’assunzione è fondamentale controllare l’origine e il contenuto di ginseng: esistono infatti molti casi in cui lo si può trovare di bassa qualità e tagliato insieme ad altre radici di dubbia provenienza.

Posologia

Si consiglia l’assunzione di 2 capsule al giorno per 5-7 settimane, al termine delle quali dovrà seguire un periodo di riposo.

Curiosità: si può coltivare il Ginseng?

Il Ginseng è una pianta selvatica perenne che può crescere sia a partire dal seme che dalla radice. Questa seconda opzione darà risultati molto più rapidi.

Le radici dovrebbero essere piantate interamente e il momento migliore per farlo è la primavera.

Un altro momento in cui è consigliabile piantare le radici è l’autunno, quando tutti i frutti sono caduti. Se si acquistano i semi, bisogna considerare che spesso impiegano un anno a germogliare, passando attraverso un processo chiamato “stratificazione”. In commercio si possono trovare anche i semi che sono già passati attraverso questo processo e impiegheranno molto meno tempo a germogliare.

Per seminare i semi è consigliato il periodo autunnale. Una volta aereata bene la terra basta praticare un foro, inserire il seme e coprire con circa 5 cm di humus e alcune foglie,per simulare il processo di crescita naturale.
Il pH ottimale del terreno per consentire la crescita del Ginseng è tra 5,6 e 6, altrimenti non può svilupparsi correttamente. Non ama i terreni argillosi, e bisogna consentire un buon drenaggio delle acque.
Tollera bene il calore e preferisce ombra parziale, quindi cresce molto bene all’ombra di alberi o arbusti orientati a Nord o Est.

Bisogna stare attenti a monitorare costantemente l’umidità soprattutto in estate per evitare l’essiccazione.

Raccolta: se lo sviluppo è avvenuto in modo corretto, dopo 5 anni possiamo iniziare a raccogliere le radici, ma possono servire fino a 10 anni per ottenere risultati. La pianta avrà una altezza di 1/2 metro. Si tratta di una coltura che richiede pazienza.

La buona notizia è che il Ginseng non richiede manutenzione e cura costanti.

Per rimuovere la radice sotterranea bisogna porre estrema attenzione a non danneggiarla, quindi il consiglio è di prendere la più grande e lasciare il resto. Una volta raccolta la radice deve essere lavata con estrema delicatezza per rimuovere la terra, e lasciata asciugare all’ombra. Durante il processo di pulizia bisogna procedere con la massima attenzione, perchè molti dei benefici medicinali del Ginseng si trovano in piccole radici che potrebbero andare perse. Evitare l’uso di utensili in metallo, optare per il legno.

Integratore di Ginseng Phitaly

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI GINSENG (Panax ginseng)

Esistono diverse tipologie di ginseng, con proprietà differenti dipendenti dal luogo di provenienza, ma la più studiata e famosa è sicuramente la qualità Panax ginseng, proveniente da Cina e Corea.

Il Ginseng asiatico è utilizzato da 5000 anni in Oriente, dove ha conquistato una reputazione quasi magica in quanto promotore di salute, vigore fisico e moltissime altre condizioni.

L’azione più significativa è quella adattogena, ossia la capacità di «adattare» il corpo umano, in modo che reagisca nel migliore dei modi in situazioni di stress.

Questa magica radice è in grado di trattare depressione, diabete, fatica, infiammazione, nausea stress ed ulcera.

Utile per:

  • Combattere lo stress
  • Contro l’invecchiamento cellulare
  • Migliorare il metabolismo
  • Per supportare la memoria e le funzioni cognitive

DOSAGGIO E MODALITA’ DI SOMMINISTRAZIONE
 INTEGRATORE GINSENG PHITALY

E’ consigliata l’assunzione di 1 capsula al mattino ed 1 nel primo pomeriggio lontano dai pasti. Si consiglia un’assunzione di 5-7 settimane, al termine delle quali dovrà seguire un periodo di riposo

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO 


Non utilizzare durante la gravidanza e allattamento.

CONTROINDICAZIONI E INTERAZIONI


Contenendo una grande quantità di principi attivi, non bisogna abusare nell’assunzione di ginseng per evitare spiacevoli effetti collaterali e controidicazioni:

  • dosi eccessive possono causare nausea, diarrea, orticaria, ipertensione, palpitazioni, insonnia, dolore mammario, oltre a casi di allergia allo stesso
  • in particolare controindicato per chi soffre di ipertensione, emorragie, ulcera duodenale, ansia ed insonnia grave
  • interazioni con alcuni farmaci come fenelzina (psicofarmaci Nardil) e Warfarin (anticoagulanti Cumadin), ipoglicemizzanti orali, insulina

INGREDIENTI PER CAPSULA  INTEGRATORE GINSENG PHITALY

Ginseng (Panax ginseng, radice) E.S. Tit. 10% ginsenosidi, 400 mg.

CONFEZIONE INTEGRATORE GINSENG PHITALY

Pilloliera contenente 60 capsule.

Disclaimer: Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata. Tenere fuori dalla portata dei bambini. Ogni essere umano è unico pertanto l’efficacia dei prodotti  varia da persona a persona.  Prima di iniziare ad assumere gli integratori alimentari è opportuno consultare il vostro medico curante perchè è il professionista che conosce bene il vostro stato di salute.

 

Offerta limitata con sconto 25% sulle piante officinali

Approfitta dello sconto del 25% sulle piante officinali con l’acquisto di almeno due prodotti a scelta della categoria monopianta

Valutazione
product image
Punteggio
1star1star1star1star1star
Rating
5 based on 3 votes
Brand
Phitaly
Nome prodotto
Ginseng: Integratore alimentare per stanchezza fisica e mentale
Prezzo
EUR 33,5
Disponibilità prodotto
Available in Stock

1 recensione per Ginseng: Integratore alimentare per stanchezza fisica e mentale

  1. 5 di 5

    Ottimo prodotto, comunque nella media, non peggio non meglio di tanti altri produttori italiani che producono e vendono integratori di Ginseng di qualità. Ho scelto di comprare l’integratore di Ginseng da questa azienda perchè sono vegana e l’integratore di Ginseng di Phitaly è per vegani, inoltre la conoscevo già perchè mia cugina compra da loro l’ottimo prodotto per la cistite “Cisticron” che penso ormai è conosciuto in tutta Italia. Quindi il mio giudizio è sicuramente positivo. Producono ottimi prodotti, con un occhio di riguardo anche per noi vegani, ed i prezzi sono più bassi della media sia grazie all’affiliazione e sia penso anche perchè loro sono produttori e quindi non ci sono tanti passaggi che fanno aumentare il prezzo dell’integratore di Ginseng o qualunque altro loro vendono sul loro sito.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *